Protocollo a Ravenna per potenziare la sicurezza negli ospedali della provincia

L’intesa siglata in prefettura riguarda anche i pronto soccorso di Faenza e Lugo

Accordo in prefettura, a Ravenna, per potenziare ulteriormente la sicurezza nei pronto soccorso dei presidi ospedalieri del territorio.

Il protocollo “Protocollo per la sicurezza nel pronto soccorso degli ospedali pubblici della provincia di Ravenna” – firmato questa mattina dal prefetto Castrese De Rosa, dal questore Lucio Pennella e dai direttori dei presidi ospedalieri di Ravenna (ad interim) e Lugo, Paolo Tarlazzi, e di Faenza, Davide Tellarin – è finalizzato, come ha spiegato il prefetto, a prevenire e contrastare eventuali atti violenti ai danni del personale sanitario impiegato nelle strutture in questione, a tutela anche dei pazienti e delle altre persone presenti.

A questo scopo prevede, tra l’altro, il rafforzamento degli strumenti di videosorveglianza e vigilanza nei locali e all’esterno dei pronto soccorso dei tre ospedali, oltre a un collegamento telefonico dedicato con le centrali operative della questura di Ravenna e dei commissariati di Faenza e Lugo.

Nel frattempo, è stato già rafforzato il posto di Polizia nell’ospedale di Ravenna, in funzione dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 14 il sabato. Valutato anche l’intervento di autopattuglie, nell’ambito del piano di controllo coordinato del territorio.

“L’intesa – sottolinea il prefetto De Rosa – contribuisce a rafforzare la collaborazione tra il sistema sanitario pubblico e le Forze dell’Ordine, al fine di garantire le condizioni necessarie affinché nei pronto soccorso possa svolgersi in modo più efficiente e sicuro l’importante attività a tutela della salute pubblica e nel rispetto dei lavoratori del comparto sanitario” anche se, ha aggiunto, il fenomeno delle aggressioni ai sanitari non si è finora verificato in provincia.

Scarica il protocollo

Fonte: Ministero dell’Interno

Add Comment